Il metodo Dry Aged

Sakura Dry Aged

Il nostro prodotto di punta è la selezione Sakura, il nome che ha ispirato Fabio Galli è quello della fioritura del ciliegio giapponese, poiché la  tipologia di carne è simile alla Wagyu.

La particolarità di queste carni è caratterizzata da una forte marezzatura delle fibre muscolari, che ne conferiscono un gusto unico, intenso e succoso.

Classificate in tre tipologie seguendo una “marbling scale” giapponese, la entry level catalogata come Sakura Tout-Court che ha una scala da 3 a 6, la Sakura Yoza di un livello di marbling più alto quello da 6 a 9, e la top di gamma, la Sakura Hanami che detiene quel valore massimo dal 9 a 12 rendendola la carne più richiesta del momento.

Apprezzata in particolar modo da quel segmento di alta ristorazione che vuole offrire sempre più un prodotto di nicchia ai propri clienti, un’eccellenza ottenuta dall’attenzione del selezionamento del bestiame fino alla frollatura finale.

Infine le nostre carni maturano nelle celle del sistema Dry Aged, che conferisce ai nostri lombi un’areazione ad una temperatura costante, grazie ad un flusso di umidità che permette di perdere oltre il 30% di liquidi  assumendo così un’intensificazione dei sapori senza euguali.

La frollatura, di trenta, sessanta o novanta giorni viene etichettata sempre per permettere al cliente una lettura immediata insieme al taglio anatomico scelto.